Innovazione sostenibile in agricoltura

BOLLETTINO FITOSANITARIO AREA SUD-LATINA - 06/11/20

E' consigliabile sempre, prima del trapianto, effettuare l'immersione dei contenitori oppure una doccetta per irrorazione sulle piantine nei contenitori, con induttori di resistenza, trichoderma, bacillus subtilis e/o amyloliquefaciens e olio di neem. In questo modo si hanno enormi vantaggi:

- economici (risparmio di mezzi tecnici e manodopera e ottimizzazione dei tempi);

- tecnici (prevenzione immediata contro insetti e/o patologie, soprattutto marciumi basali; riduzione del numero di trattamenti e della chimica di sintesi, soprattutto nelle fasi iniziali). 

 

Attenzione!

 

Ogni anno nel periodo di riduzione della luminosità (metà novembre-inizio dicembre), con condizioni di elevata umidità del terreno e temperature di 10 - 16°C,  si sviluppa il fungo Olpidium brassicae che colonizza le radici delle piante di insalata. Tale fungo, purtroppo, è vettore di diversi virus, tra cui:

virus della Anulatura necrotica della lattuga (LRNV) che provoca sulle foglie più esterne del cespo delle necrosi circolari

- virus LBVV (Lettuce Big Vein Virus), con malformazione delle foglie centrali ed ingrossamento delle nervature.

Per prevenire tale avversità sono importanti le seguenti pratiche colturali:

- effettuare immersione dei contenitori;

- evitare ristagni idrici;

- impiego di trichoderma in manichetta entro 10-15 giorni dal trapianto.

 

Mezzi tecnici e soluzioni per rinforzare e difendere le Vostre colture in modo efficiente e sostenibile sono disponibili presso Leogroup S.r.l. Contatta la nostra segreteria tecnica al 3474379275.

 

 

 

BOLLETTINO.jpg

Newsletter

 
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy Policy.
Accetto